18 nov 2020

Collana nera con ciondolo Deruta

 

Buongiorno a tutti!

E' davvero passato molto tempo dall'ultimo post. 

Sapete che in questo periodo non sono molto ispirata e le idee sono abbastanza confuse.

 

Avevo detto che vi avrei mostrato i miei ultimi lavori pre-Covid e questa collana direi che sia l'ultimo lavoro da mostrare.

Ha una bellissima piastrina Deruta di Anna LIsa Piccioni  

presa in una delle ultime fiere che abbiamo potuto visitare. 

Mi fa pensare alle piastrelle portoghesi che mi piacciono molto!

 

Con il metallo nero ho costruito un supporto e ci ho legato il fiore realizzato con il nylon da mm 0,3.

 

Per il girocollo invece ho usato nylon trecciato da mm 0,5, un pò più morbido del s-lon.

Ho lavorato un motivo di mia invenzione mescolando i soliti nodi, mi sembra che sia carino.

Non c'è altro da dire perchè è davvero semplice.

Spero di potervi mostrare anche qualche lavoro realizzato in questo tempo, vedremo ...

Per oggi vi saluto e vi auguro tanta salute che in questo momento ne abbiamo tutti bisogno!

un abbraccio

sabrina

23 ott 2020

Due collane con un pezzo solo!

 

 

Buongiorno a tutti!

Come ve la passate? Certo non è un bel momento, siamo di nuovo nel caos!

Visto che avevo detto che avevo ancora qualche lavoro pre-Covid da mostrare, oggi finalmente ho il tempo di farlo!

 

Cominciamo con la spiegazione del titolo:

avevo un anello in ceramica raku che mi è caduto rompendosi in due.


 

Mi è venuta l'idea del reperto archeologico, così ho realizzato queste collane con i due pezzi rotti.

Avevo in mente di partecipare al concorso di Valtopina a tema i Longobardi, così ho pensato che le collane potessero richiamare un pò il tema usando la ceramica come pezzo ritrovato. 

Non so se mi sono spiegata bene, comunque l'idea era quella del richiamo ai Longobardi.


 

Alla fine però ho mandato un pannello a Valtopina e mi sono tenuta le collane...


L'esecuzione è semplice ma un pò lunga, il filato è il nylon s-lon mm 0,5.

I fili di metallo invece hanno 3 misure diverse lavorate interamente a mano da me.

Fatemi sapere se vi sono piaciute.

 In questi giorni sto cercando di lavorare per il Natale ma non è facile!

Il morale e l'ispirazione sono bassi con questa aria di tristezza che ci circonda!

Speriamo che la situazione migliori in fretta!

Bene, direi che con questo lavoro ho esaurito tutto il pre-Covid da mostrare, vi aspetto al prossimo post con qualcosa di nuovo.

un abbraccio

sabrina



6 ott 2020

Vasi a macramè con spighetta.

 


Buongiorno a tutti!
Rieccomi dopo un bel pò di tempo che non postavo.
Ho avuto varie problematiche e il tempo è passato in fretta!
Nel frattempo sono riuscita e lavorare e ho realizzato questi due vasi in spighetta di polyestere.

 
 
Mi sono sbizzarrita nella forma del più basso e ho copiato la forma dell'altro dal web, cambiando leggermente qualcosa.
 
 Ovviamente questo non è a macramè.


Sapete che io amo i cesti e i vasi particolari e mi piace provare nuove forme.


Ho iniziato tutti e due dalla base con una spirale poi sono andata avanti dando la forma voluta.

Mi sono divertita anche se ho avuto qualche difficoltà per farli stare fermi. Ho usato una palla in polistirolo che poi ho dovuto togliere per rifinire il vaso.

 Cosa ve ne pare? vi piacciono? Spero che vi venga la voglia di provare anche a voi.

Bene per oggi è tutto, ho ancora qualcosa che non vi ho mostrato realizzato prima del covid, ve lo mostrerò la prossima volta.

Vi mando un bell'abbraccio virtuale 

a presto 

sabrina

8 set 2020

Accessorio moda: cintura a margarete.

 

Buongiorno a tutti!

Come va? Siete pronti per il dopo ferie?

Io non le ho fatte così sono prontissima!


Ho già iniziato i lavori autunnali e ho ancora da mostrarvi i lavori pre-covid.

Oggi comincerò col mostrarvi due cinture che ho preparato questo mese.

Avevo un vestito che come cintura portava un semplice nastro, così ho pensato di realizzarne una. 

Poi mi è piaciuta e ne ho fatta un 'altra con un altro materiale.

Sono realizzate a margarete e il motivo è quello di Adriana Lazzari   

preso dal suo libro "Il pizzo margarete".


 

La più piccola è realizzata con un filato nylon cerato simile a linashita mm 0,5, mentre la seconda è in tripolina (filato di poliestere intrecciato che si usa per le frange degli scialli) messa doppia.

Taglio dei fili: 16 da 4 metri con inizio nel mezzo.

Con questo motivo si possono realizzare anche delle spalline per abito o maglia, naturalmente con un filato più sottile.

Spero di avervi dato qualche idea per l'autunno.

Per oggi è tutto, vi saluto con un grande abbraccio

a presto

sabrina